cgil FERRARA E AFEVA ER/CONVEGNO

FERRARA SENZA AMIANTO: IL PIANO AMIANTO REGIONALE EMILIA ROMAGNA -13 APRILE 2018

Ferrara, 3 aprile 2018

La Camera del Lavoro CGIL di Ferrara con l’Associazione Familiari e Vittime Amianto Emilia Romagna, nell’ambito della “II ASSEMBLEA PUBBLICA DEI RLS-RLST E DELLE CATEGORIE TERRITORIALI DELLA CGIL DI FERRARA SUI TEMI DELLA SALUTE E SICUREZZA” organizzano il Convegno pubblico dal titolo:

FERRARA SENZA AMIANTO

RILANCIARE LA PREVENZIONE PUBBLICA IN ATTUAZIONE DEL PIANO REGIONALE AMIANTO
NEI POSTI DI LAVORO E NEL TERRITORIO PROVINCIALE

Venerdì 13 Aprile 2018 – Ore 9.00 – 12.30

Ferrara

Sala della Musica  – Via Boccaleone, 19

Scarica la locandina .jpg

Scarica il pieghevole invito .pdf

Programma della giornata:

Ore 9.00 apertura lavori –  presiede Riccardo Grazzi – Segretario CGIL Ferrara

9,15       Relazione Romeo Zazzaroni – Sportello Amianto Ferrara
“ Ferrara e l’Amianto”

9,30     Adriano Albonetti – Regione Emilia-Romagna
“Il Piano amianto regione Emilia-Romagna”

10,15    Emanuele Cavallaro – Sindaco di Rubiera (RE)
“Il Catasto Immobili Amianto – un modello per tutti i comuni?”

10,40   Andrea Marchi – componente Anci regionale
“Le esperienze delle comunità locali”

11,00    Valerio Parmeggiani – SPSAL AUSL Ferrara
“Ruolo dei Tecnici della Prevenzione: Sorveglianza sanitaria e vigilanza”

11,15    Davide Lumia – Responsabile Sede INAIL di Ferrara
“La funzione sociale dell’Inail”

11,30   Andrea Caselli – Presidente AFeVA Emilia Romagna
“Il ruolo delle Associazioni e il protagonismo delle vittime amianto”

12,00  Conclusioni di Cristiano Zagatti – Segretario Generale Camera del lavoro di Ferrara

presentazione dell’ ordine del giorno conclusivo

I DELEGATI, I FUNZIONARI CGIL E AFeVA EMILIA ROMAGNA
INCONTRANO
GLI AMMINISTRATORI LOCALI E GLI ENTI PREPOSTI AL CONTROLLO E ALLA ASSISTENZA

Attuare il Piano Regionale Amianto (PARER)
Il PARER contiene obiettivi ed indicazioni operative da attuare per intervenire in modo organico nelle situazioni in cui permane un rischio amianto che sono:
– coinvolgimento degli enti locali per la prevenzione primaria
– ruolo e compiti delle AUSL per la prevenzione secondaria
– un riassetto del sistema ospedaliero e sanitario.
Il ruolo degli enti locali territoriali deve svolgersi attraverso l’avvio di un’attività di mappatura dei siti con presenza di amianto, al fine di avviare le bonifiche.
Le AUSL dovranno avviare progetti di sorveglianza sanitaria con appositi “ambulatori amianto”, collaborare alla costruzione dei registri degli esposti e degli ex esposti, vigilare sui cantieri di bonifica.
Il sistema sanitario della regione: riorganizzare cure e ricerca, con la presa in carico globale dei malati di mesotelioma.
Il piano prevede inoltre una cabina di regia per coordinare e monitorare l’attuazione del PARER, con la presenza delle organizzazioni sindacali.
L’obiettivo generale del piano è “Una regione senza amianto”
La situazione di Ferrara e provincia, sia per quanto riguarda l’esposizione al rischio amianto sia per quanto riguarda i danni che già si sono verificati è grave e tra le più negative della regione (253 tumori mesotelioma maligni letali in 20 anni 1996-2016 oltre ad altre centinaia di carcinomi polmonari).

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...